Fontana della botte

Commissione Rotary Club  Foro Italico "Unesco Città Storiche Roma" .

Questo monumento è  in adozione con un progetto illuminotecnico da parte del  Rotary Club Roma Foro Italico che ha avuto inizio nell'anno Rotariano 2016-2017 Presidente Alessia Caruso

L'iniziativa viene presentata a Firenze il 29 aprile 2017 nel corso della Manifestazione "Quale illuminazione per le città storiche Unesco"

La Sovrintendenza Capitolina di Roma attualmente ha stanziato € 15.000 per opere di restauro e € 10.000 per la realizzazione dell'illuminazione. 

 

La sua storia:

La fontana è situata nel quartiere Trastevere, in via della Cisterna posta a ridosso di un muro nel quale è stato creato un arco, si trova la fontana della botte che ci parla dellattività prevalente del quartiere di inizi 900.

La fontana è in travertino ed è composta dalla tipica botte che veniva utilizzata per trasportare il vino su carri anche essi caratteristici, la botte è posta su di una colonna con ai lati due misure di vino da un litro.

Al di sotto della botte, su un piccolo rialzo tondo è posto un tino da mosto nel quale viene raccolta lacqua che fuoriesce dalla botte sovrastante.

Anche le misure di vino da un litro gettano acqua su degli invasi a terra scavati nel travertino.

La fontana si inserisce nel contesto urbano quasi sparendo, è difficile per il turista o il cittadino trovare la fontana per caso durante una passeggiata. Progettata nel 1927-1928 per conto dell'Ufficio Antichità e Belle ARTI del Governatorato di Roma dall'Architetto Pietro Lombardi. 

L'autore Architetto Pietro Lombardi  nasce a Roma il 30 luglio 1894, estremamente portato per le arti, consegue nel 1920 presso l’Istituto San Michele il diploma in disegno. Professore di Architettura DallAccademia di Belle Arti, questo titolo un anno dopo sarà equiparato a laurea nella neo istituita facoltà di architettura. Fin da studente collabora negli studi di Armando Brasini e di Pio e Marcello Piacentini, tra i maggiori architetti di Roma in quegli anni. Lavora molto anche allestero, a Rodi realizza il complesso termale di Calitea (1928).Nel 1925 vince il concorso per la Fontana delle Anfore a Roma nel quartiere di Testaccio.