Di Fabio Massimo Aureli

Cari amici e care amiche, dopo il significativo inizio della ns. annata rotariana con la Conviviale svoltasi l'8 luglio scorso, in Interclub con il Rotary Club Roma Parioli ed Ostia, nonchè con il Ns.,. Rotaract, che ha visto la piantumazione di numerose essenze arboree nell' Azienda Agrituristica del Parco di Malafede in Roma, in piena sintonia con l'invito del Presidente Internazionale, Ian Riseley, di piantare un albero per ciascun Socio Rotary nel Mondo, in modo da "fare la differenza" con le proprie azioni quotidiane, ecco dischiudersi un intenso e per certi versi esaltante mese di ottobre, che, per la prma volta nella Sua ultradecennale storia, vedrà l'ingresso di ben dieci nuovi Soci, espressione di vari ceti professionali ed imprenditoriali, a dimostrazione della grande resilienza propria del Ns. Club, che si pone con questo risultato straordinario l'obiettivo di raddoppiare nel corso dell'anno in numero del proprio effettivo, anche grazie all'applicazione della nuova norma della doppia affiliazione, che consentirà ai ns. Soci più maturi del Rotaract Foro Italico di transitare anche nel Rotary Foro Italico.

 

Il presente mese di ottobre vedrà il Ns. Club impegnato in due Conviviali, di cui la prima il 12 ottobre sul tema di scottante attualità dei Vaccini, con relatrice la Dott.ssa Paola Germani, Dirigente del Ministero della Salute e la seconda in data 28 ottobre p.v. in Interclub con numerosi Club romani nell'Acquario di Roma, che si spera potrà rappresentare un'Eccellenza italiana nel Mondo, ideato, progettato e realizzato dal Ns. Socio Onorario, Ing. Domenico Ricciardi, per dibattere alcune importanti tematiche legate all'ambiente marino e del Mar Mediterraneo in particolare, quali la desalinizzazione delle acque e la lotta all'inquinamento, alla presenza di autorevoli esponenti del campo scientifico e politico, tra cui l'ex Ministro dell'Ambiente, On.le Pecoraro Scanio. 

Ma al di là del conforto dei numeri in crescita del ns. effettivo, che rappresenta l'impresindibile fattore umano su cui devono poggiare i Progetti del Club, dobbiamo puntare alla valorizzazione dell'apporto di ciascun Socio nella realizzazione delle importanti Manifestazioni, che vedranno Capofila e Promotore il Ns. Club, prime fra tutte quella UNESCO sulla valorizzazione delle Città d'arte Patrimonio dell'Umanità, che segue quella di Firenze dello scorso anno, in preparazione di quella che si svolgerà a Zsamosc in Polonia nel 2019; e poi, non meno importante, quella sul Mar Mediterraneo, motore di sviluppo, pace e ricerca scientifica, che speriamo di poter svolgere a Roma con la partecipazione dei Club ( e speriamo dei Governatori dei Distretti ) delle principali Città marinare e portuali italiane e straniere, da Genova, Trieste, Napoli, Cagliari, Livorno, Ancona e Palermo, sino a Barcellona, Marsiglia, Tolone, Malta, Atene ed Istanbul.

Per poter realizzare tiutto questo, sarà necessario uno straordinario impegno organizzativo di tutti noi, ovviamente con il prezioso concorso anche degli altri Club romani, che condivideranno con noi tali iniziative, consapevoli  realisticamente, sin d'ora, del fatto che da solo il ns. Club non potrebbe farcela.

Ma, come abbiamo visto, in occasione della Conviviale del 12 settembre 2017, sull'Eccellenza del Made in Italy nel Mondo, in Interclub con il Roma Parioli, e con i rispettivi Rotaract, il Ns. Club ha maturato un'immagine positiva e fattiva agli occhi delgli altri Club romani, diciamo, di maggiore consistenza numerica, almeno sulla carta, e questa immagine di Club attivo e capace di realizzare  importanti Convegni  sulle tematiche ambientali e sulla Green Economy, grazie all'impegno profuso in questi ultimi due anni dal Ns. instancabile Edoardo, sta finalmente dando i suoi frutti.

La costituzione della Commissione Green Economy, aperta al contributo di tutti, Soci rotariani anche di altri Club e non, voluta dal Ns. Incoming Edoardo Roberto, rappresenta la pietra d'angolo su cui sviluppare progetti di respiro biennale e triennale sulle tematiche ambientali, dalle Energie rinnovabili al recupero dell'ambiente marino dall'invasione devastante della plastica e dell'inquinamento industriale.

Sarà, pertanto, necessario continuare il cammino di questa annata rotariana in stretta sinergia con il Ns. Rotaract, che dovrà spero rappresentare quella marcia in più in termini di entusiasmo e convinzione che sia possibile ogni giorno "fare la differenza" per costruire tutti insieme un Mondo migliore.

Un abbraccio e Buon Rotary e facendo Ns. il motto del Governatore Salvina: Forza Paris !!