"IL NUOVO ACQUARIO DI ROMA, CAPITALE DEL MEDITERRANEO SARA' ECCELLENZA ITALIANA DELLA GREEN ECONOMY"

Conviviale  28 ottobre 2017 presso la struttura dell’acquario di Roma  all’EUR primo appuntamento verso l’incontro internazionale 2018 dei Club Rotary che affacciano sul mediterraneo.

ACQUARIO1

Cari Amici ed Amiche, nella conviviale Mediterraneo motore di cambiamento  tenutasi nel mese di maggio, abbiamo affrontato i problemi legati ai cambiamenti climatici.   Il nostro Presidente Internazionale Ian H.S. Riseley  ha dedicato la sua annata Rotariana 2017-2018 alla salvaguardia dell’Ambiente. Il Presidente eletto ha dichiarato che la tutela dell’ambiente e il voler affrontare le questioni legate ai cambiamenti climatici sono argomenti essenziali per il Rotary . Il motto di quest’anno del Rotary di tutto il mondo è Il Rotary fa la differenza”, dobbiamo necessariamente divulgare questo messaggio ricordando che ognuno di noi può fare la differenza con le proprie azioni quotidiane” per tutelare la nostra terra per le future  generazioni.

L’area del Mediterraneo ha rappresentato per l’Europa argomento prioritario già negli anni immediatamente successivi al Trattato di Roma del 1957. La prima tappa della politica mediterranea si è tradotta nella stipula di diversi accordi di associazione cui hanno fatto seguito accordi diretti ad una progressiva integrazione economica. Successivamente sono stati istituiti i programmi integrati mediterranei (programmi di sviluppo). Nonostante i progressi realizzati e  gli sforzi compiuti, in questi anni i risultati non sono stati quelli attesi.

 

 

Quali possono essere i settori coinvolti in un’azione di proposte coordinate nel mediterraneo rivolti alla sostenibilità e alla salvaguardia dell’ambiente? Come sarà possibile   evitare l’innalzamento delle temperature che provocano disastri ambientali. Come creare opportunità di benessere per evitare ingenti flussi immigratori delle popolazioni?

ACQUARIO2La cura del mediterraneo potrebbe riguardare vari settori: efficienza energetica nell’edilizia privata e nell’industria, fonti di approvvigionamento energetico,agricoltura biologica (per l’approvvigionamento del cibo),risorse idriche,razionalizzazione dell’uso dei suoli, la salvaguardia dei sistemi boschivi (estensione delle foreste e combattere gli incendi boschivi),mobilità sostenibile delle città, trattamento dei rifiuti nell’ottica nel recupero per un’economia circolare, salvaguardia dei mari e degli organismi marini (pesca acquacultura, pulizia dei mari), sviluppo di un microcredito rurale per le piccole attività nei paesi disagiati.

Nell’ottica della tutela ambientale e del benessere delle popolazioni del mediterraneo, quali possono essere le azioni che il Rotary può intraprendere in un contesto internazionale per l’ambiente ed il mediterraneo? Quali possono essere le opportunità di cooperazione internazionale e chi potrà svolgere il ruolo di coordinamento  per un’azione comune di sviluppo?

D’allesame degli argomenti indicati,  ed essendo talmente vasto l’argomento, la manifestazione sarà suddivisa  in più incontri che si terranno nel corso dei prossimi due anni. Al momento si è scelto di trattare tre argomenti:

- Il primo, che si terrà all’interno dell’ acquario di Roma, dovrà riguardare il Mare e la tutela marina;

- Il secondo riguarderebbe il problema dell’energia e le tecniche di approvvigionamento;

- Il terzo riguarderebbe il problema dell’approvvigionamento dell’acqua in tutto il mediterraneo;

ACQUARIO3La manifestazione sarà così articolata.

Ore 10,00 accoglienza presso l’acquario di Roma (laghetto Eur)

Ore 10.15 apertura dei lavori, Introduce il Presidente del Rotary Club Roma Foro Italio Fabio Massimo Aureli “Verso l’incontro internazionale 2018 dei paesi del mediterraneo”, il Presidente  della commessione Rotary Club Roma Foro Italico “Green Economy e sviluppo sostenibile” Ing. Edoardo Roberto e l’Ing. Domenico Ricciardi Presidente Mare Nostrum Romae.

Ore 10.30 Interventi dei Presidenti dei Rotary Club aderenti all’iniziativa.

Ore 10.40 (Dott. Angelo Consoli direttore Ufficio Europeo di Jeremy Rifkin.) La terza rivoluzione industriale nel mediterraneo quali prospettive ? 

Ore 11,00 (On. Alfonso Pecoraro Scanio Presidente Fondazione UniVerde –Docente di “Turismo sostenibile” Università di Roma Tor Vergata.”La sfida della sostenibilità:mediterraneo mare da difendere e valorizzare".

Ore 11,25 (Archimede Solar Energy gruppo Angelantoni) .Le proposte e i progetti delle fonti energetiche alternative nel Mediterraneo. Quali sono le opportunità  del solare a concentrazione per il manifatturiero italiano e quanto può fare l’Europa per adottare iniziative di cooperazione internazionale nel mediterraneo.

Ore 11,45 (Ing. Catello Masullo) . Risorse idriche e le opportunità delle scelte strategiche nei paesi. Si potrà risolvere il problema degli approvvigionamenti idrici nei paesi disagiati utilizzando l’acqua dal mare.L’Australia lo ha fatto, noi abbiamo progetti nel  Mediterraneo?.

Ore 12,30 Illustrazione del progetto  dell’acquario di Roma da parte del Presidente di Mare Nostrum Romae  Ing. Domenico Ricciardi e vistita nell’acquario virtuale su schermi 3D.

Ore 13,30 Conviviale  internamente all’acquario.